Il mio mercato dei grilli in Cina

Se fossi una vera travel blogger questo post sarebbe ricco di informazioni pratiche e veramente utili per trovare uno dei tanti – ma difficilissimi da scovare – mercati dei grilli in Cina.

(O meglio: io ho fatto davvero fatica a trovarne uno!)

Ma non solo non sono una vera blogger di viaggi,
tendo anche a dimenticare i nomi dei luoghi e gli indirizzi  se non ne prendo nota subito
e io non ne prendo nota subito
con il risultato che cercare di ricordare un indirizzo cinese è come tentare di scovare il fantomatico agonelpagliaio.

La cosa divertente è che mi sono ripetuta più volte
poi dobbiamo assolutamente segnarcelo l’indirizzo che è un’informazione utilissima!
appuntiamoci anche che sarebbe stato più comodo scendere a questa fermata della metropolitana!

Ecco, appunto.
(decisamente non sono una vera travel blogger)

Così questo è il ricordo del mio mercato dei grilli scovato a Shanghai,
dopo una lunga camminata sulla strada probabilmente più lunga di tutta la città, sotto il sole cocente di una mattina di inizio agosto.

Ero partita per la Cina con il desiderio di imbattermi in questi mercati d’altri tempi.
Ero affascinata dall’immagine che mi ero costruita nella testa di un uomo che passeggia all’imbrunire col suo grillo nel taschino, all’interno di un gheriglio di noce che è la sua casa.

Per chi non lo sapesse, in Cina i grilli sono dei piccoli animali da compagnia.
Pare che non fosse possibile per il popolo cinese possedere cani o gatti come animali domestici.
La cosa era considerata troppo borghese, da rifiutare.

Ma i grilli si potevano trovare in abbondanza nei campi, durante le calde notti d’estate e, se si era bravi ad accudirli, quel canto avrebbe fatto compagnia anche nel freddo inverno, regalando un vivido ricordo d’estate: sarebbe stato sufficiente socchiudere gli occhi per immaginare di sentire le ossa riscaldate dal sole.

Ebbene, un mercato di grilli nel centro di Shanghai!
Non si può certo dire che la tradizione qui non sopravviva.

Gabbie grilli

Ci sono grilli in piccole scatolette di plastica,
grilli racchiusi in casette di bamboo,
grilli in svendita,
grilli sul palmo di una mano, analizzati con una lente di ingrandimento dal possibile compratore.

Mercato dei grilli

Purtroppo, però, i grilli non sono solo animali da compagnia.
Sono anche animali da combattimento.
Si, da combattimento, avete capito bene!

Camminando titutbante – qui di turisti nemmeno l’ombra – tra i banchi del mercato disposti a tetris, mi avvicino in una zona gremita di gente e capisco di stare assistendo ad un vero e proprio match.
Mi guardo intorno e vedo diversi uomini – probabilmente “gli allenatori”- che punzecchiano i grilli con dei bastoncini di bamboo.

Omino al mercato dei grilli

Questa tecnica dovrebbe servire ad innervosire a tal punto il grillo da renderlo più aggressivo durante il combattimento.

Ho letto di grilli che staccano a morsi la testa dell’avversario, qui non si scherza.

In tutto questo mi è dispiaciuto per questi animali.
Il concetto dell’animale da compagnia non può che stridere con il concetto dell’animale da combattimento.

Eppure coesistono.
Un po’ come me, ora, che mi trovo in una delle metropoli più moderne del mondo,
-che ho raggiunto su un treno che sfreccia alla velocità dei 450 chilometri orari-
nella quale accanto ai grattacieli più alti e luminosi mai realizzati ci sono capannoni buii e sgarrupati,dove si vendono grilli.

Questa è la Cina.

Annunci

3 thoughts on “Il mio mercato dei grilli in Cina

  1. Complimenti per l’originalità e per l’impronta che dai ai tuoi articoli… questo in particolare mi ha fatto molto sorridere! Ho vissuto a Shanghai, sono un’amante della Cina e delle sue stranezze…il taglio che hai dato all’articolo ti fa entrare nel loro mondo in punta dei piedi e ti fa strappare un sorriso! 🙂 Posso chiederti se ricordi dov’è questo mercato? perché io ne conoscevo io vicino alla fermata metro Laoximen..è lo stesso che hai visto tu? 🙂

    Mi piace

    1. Grazie per i complimenti! E dimmi..come è vivere a Shanghai?😊volevo andare al mercato vicino a Laoximen,dove se non sbaglio,doveva esserci anche un mercato delle cose “antiche”.Ma arrivati lì c’erano ruspe e cantieri e un cartello nel quale si diceva che il mercato era chiuso ed era stato spostato(almeno questo è quello che ho capito!) e non siamo riusciti a capire dove. Non riesco proprio a ricordare il nome della strada di quello che abbiamo trovato, ma vicino a questo mercato c’è n’era un altro con elettrodomestici tipo..mi dovrà venire in mente prima o poi!

      Mi piace

      1. Tranquilla, era per capire se stavi parlando dello stesso posto che conoscevo anch’io..:-)A me viviere a Shanghai è piaciuto tantissimo… una città con 1000 opportunità! 🙂 È in Cina, ma bisogna di dire che spesso qui si è lontani dalla VERA Cina. (Comunque ci tornerei a vivere se non avessi mio ragazzo qui 🙂 )

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...